Prenota l'intervento Prenota l'intervento

Come caricare la lavastoviglie nel modo corretto

Alcuni piatti e pentole sono ancora sporchi al termine del ciclo di lavaggio della lavastoviglie? Il problema potrebbe essere il modo in cui state caricando la macchina.

Come caricare la lavastoviglie nel modo corretto

Tra tutti gli elettrodomestici da cucina, la lavastoviglie è sicuramente uno dei più grandi. Questa meravigliosa comodità della vita moderna richiede solo la pressione di un pulsante per riportare una montagna di piatti sporchi a una pulizia immacolata. A volte, però, aprendo la lavastoviglie dopo il ciclo, si scopre che alcuni oggetti sono meno puliti di quanto si vorrebbe. In questi casi, la colpa potrebbe essere non tanto dell'elettrodomestico quanto della persona che lo carica.

Sapete come caricare correttamente una lavastoviglie? Continuate a leggere per sapere come riempire la macchina fino all' ultimo centimetro senza sacrificare l'efficacia della pulizia.

Prima di iniziare

Mentre pensate a come caricare correttamente la lavastoviglie, prestate molta attenzione alla sicurezza. L'uso corretto della lavastoviglie inizia con il sapere quali sono gli articoli sicuri da inserire nella macchina. Sebbene oggigiorno sempre più articoli siano adatti alla lavastoviglie, ci sono ancora alcuni materiali che devono essere lavati a mano nel lavello: legno, ghisa, bronzo, peltro e cristallo al piombo. Inoltre, è sempre una buona idea consultare il manuale d'uso della lavastoviglie. Per esempio, se cercate consigli specifici su come caricare una lavastoviglie Whirlpool, trovate il manuale d'uso cartaceo o cercatelo online.

Dimenticate il pre-risciacquo a mano

Se sciacquate le stoviglie prima di caricarle in lavastoviglie, potreste sprecare acqua ed energia. I detersivi per lavastoviglie di oggi, in combinazione con le moderne lavastoviglie, sono progettati per aderire alle particelle di cibo e separarle dalla superficie, quindi è sufficiente raschiare i pezzi di cibo più grandi nel cestino e poi caricare i piatti. Non esagerate con il risciacquo, però: il detersivo per lavastoviglie ha bisogno di un po' di sporco per aderire. Se non prevedete di avere un carico completo per qualche giorno, eseguite un ciclo di risciacquo rapido per eliminare un po' di sporcizia ed eliminare gli odori.

Mettete gli utensili da cucina nel cestello più alto.

Non mettete i coltelli da cucina in lavastoviglie, perché il calore elevato e l'umidità possono danneggiare sia la lama che il manico. Allo stesso modo, non mettete gli utensili di legno in lavastoviglie. Gli utensili di plastica e metallo di grandi dimensioni, come cucchiai e spatole, devono essere posizionati in piano nel cestello superiore, perpendicolarmente ai supporti in filo metallico del cestello (se posizionati parallelamente, questi oggetti potrebbero cadere e bloccare il braccio di spruzzatura). Non caricateli nel cestello degli utensili, perché potrebbero bloccare il getto e impedire all'acqua di raggiungere il resto delle stoviglie.

Non ammassate le posate.

Il segreto per un corretto caricamento delle posate è mescolare i pezzi. Mettete alcuni pezzi con il manico in alto e altri con il manico in basso. Mescolate forchette, coltelli e cucchiai negli stessi cestini piuttosto che raggruppare oggetti simili. Mescolando le cose si evita un effetto di annidamento che limita l'esposizione all'acqua e al sapone.
Alcuni produttori di lavastoviglie, come Samsung, GE e Bosch, includono un terzo cestello molto basso nella parte superiore; in questi cestelli è possibile raggruppare oggetti simili perché le punte del cestello sono adeguatamente distanziate. Su questo cestello si possono mettere anche utensili da cucina sottili, come i raschietti.

Un'altra eccezione alla regola del "mischiare" è la necessità di tenere separati gli utensili in acciaio inossidabile da quelli in argento. Se questi due metalli entrano in contatto, producono una reazione chimica che può intaccare l'argento e possono prodursi macchie. Quindi, se vi state chiedendo come caricare l'argenteria in lavastoviglie, mettetela all'estremità opposta del cestello degli utensili rispetto ai pezzi inossidabili.

Utilizzate il ripiano superiore come contenitore.

Collocate bicchieri e tazze a testa in giù lungo i lati destro e sinistro del cestello superiore. Posizionateli tra le punte della griglia, non sopra, per evitare che possano creparsi o scheggiarsi se sbattono o urtano l'uno contro l'altro durante il ciclo di lavaggio.

Anche se di solito è consigliabile non impilare gli oggetti nella lavastoviglie, è possibile posizionare le tazze e le scodelle sopra gli utensili da cucina lunghi nel cestello superiore. La forma sottile degli utensili consentirà agli spruzzi di passare attraverso le scodelle e di pulirle.

Caricare piatti e bacinelle nel cestello inferiore.

Caricate i piatti nel cestello inferiore, ma non caricateli tutti in un'unica direzione. Disponeteli invece tutti verso il centro, in modo che le superfici degli alimenti siano accessibili in modo uniforme al sapone e allo spruzzatore. Quando si caricano i piatti, alternare le dimensioni grandi e piccole per favorire un flusso d'acqua ottimale e una pulizia più profonda. Potete caricare le scodelle nel cestello inferiore o in quello superiore; assicuratevi che le scodelle siano inclinate verso il basso in modo che la parte sporca venga spruzzata in abbondanza.

Sistemate le cose grandi lungo i bordi.

I piatti, i taglieri, le teglie e le casseruole di grandi dimensioni devono sempre essere posizionati sul retro o ai lati del cestello inferiore, dove è meno probabile che ostacolino gli spruzzi che provengono dal fondo dell'elettrodomestico. Se questi oggetti ingombranti si trovano nella parte anteriore, possono bloccare il dispenser del sapone e impedire al detersivo di raggiungere il resto del carico.

Lavare i contenitori di plastica a faccia in giù.

Collocare i contenitori di plastica più grandi sul ripiano inferiore e quelli più piccoli su quello superiore. Tutti devono essere rivolti verso il basso. Posizionare i coperchi in verticale, come per i piatti. A differenza delle stoviglie, i contenitori di plastica devono essere alloggiati saldamente tra i divisori, in modo che non si stacchino nel corso del ciclo e non interferiscano con il ciclo di lavaggio.

Considerazioni finali

Proprio come la lavatrice, la lavastoviglie è meno efficace se è troppo piena. Se l'acqua e il sapone non possono circolare liberamente, le stoviglie non si puliscono. Se necessario, fate cicli più frequenti per evitare. E se state pensando che sia più conveniente e ragionevole lavare i piatti a mano considerate che si consumano fino a 100 litri d'acqua per il lavaggio a mano contro i soli 10 litri di una lavastoviglie certificata Energy Star.

La vostra lavastoviglie dà problemi oppure è guasta?

Non preoccupatevi: chiamate subito Archimede, il centro assistenza elettrodomestici per riparazioni lavastoviglie a Torino fuori garanzia.

Blog Archimede Torino

Quanta acqua consuma una lavastoviglie? - {{SITE_NAME}}
Quanta acqua consuma una lavastoviglie?

È importante preoccuparsi del consumo energetico e idrico della lavastoviglie. Ci sono sistemi per ottenere un maggiore risparmio sia energetico sia idrico dall'elettrodomestico.

Scopri di più >
Come utilizzare la lavastoviglie nel modo più efficiente possibile - {{SITE_NAME}}
Come utilizzare la lavastoviglie nel modo più efficiente possibile

La lavastoviglie è uno degli elettrodomestici più energivori della casa perché utilizza calore, acqua ed elettricità per funzionare. Sorprendentemente, per quanto riguarda la sola elettricità, il consumo è inferiore a quanto ci si potrebbe aspettare. Inoltre, è probabile che la lavastoviglie venga utilizzata solo poche volte alla settimana, il che significa che, se si è consapevoli dell'uso che se ne fa, si possono ottenere notevoli risparmi.

Scopri di più >
Cosa fare quando la lavastoviglie non scarica - {{SITE_NAME}}
Cosa fare quando la lavastoviglie non scarica

La lavastoviglie non scarica? Se aprendo l'elettrodomestico avete trovato una pozza di acqua sporca e maleodorante, seguite questi consigli per la ricerca del guasto e la soluzione del problema.

Scopri di più >
Gli elettrodomestici possono danneggiare l'ambiente - {{SITE_NAME}}
Gli elettrodomestici possono danneggiare l'ambiente

Gli elettrodomestici di uso comune hanno un impatto sull'ambiente insospettabile, soprattutto se hanno più di dieci anni.

Scopri di più >
5 motivi per cui il congelatore non raffredda - {{SITE_NAME}}
5 motivi per cui il congelatore non raffredda

Ci si aspetta che gli elettrodomestici funzionino quando se ne ha bisogno. Quindi, quando il freezer non congela, può rovinarvi la giornata. Cercare di ripararlo da soli è un problema, e non di quelli risolvibili seguendo un podcast su internet.

Scopri di più >
7 miti da sfatare sugli elettrodomestici - {{SITE_NAME}}
7 miti da sfatare sugli elettrodomestici

Dal risciacquo dei piatti prima di metterli in lavastoviglie a non usare spesso gli elettrodomestici allunga la vita: ci sono molti miti sugli elettrodomestici da cucina che non sono affatto veri. Considerando quanto siano radicate alcune di queste convinzioni errate, potreste rimanere sorpresi da alcune delle informazioni che troverete in questo elenco.

Scopri di più >
Cosa fare quando la lavatrice non fa la centrifuga - {{SITE_NAME}}
Cosa fare quando la lavatrice non fa la centrifuga

Se avete a che fare con capi bagnati e la centrifuga della vostra lavatrice continua a fermarsi, non preoccupatevi. Possiamo aiutarvi. Gli esperti di Archimede hanno esperienza con tutti i principali elettrodomestici, comprese le lavatrici, e possono aiutarvi a rimetterle in funzione rapidamente. Ecco la nostra guida su come riparare una lavatrice che non centrifuga.

Scopri di più >
5 motivi per cui vale la pena riparare gli elettrodomestici - {{SITE_NAME}}
Vale la pena riparare gli elettrodomestici? 5 motivi per cui potreste dire di sì

Gli elettrodomestici sono un bene primario e fanno parte della nostra vita quotidiana. Possono aiutarci a svolgere le nostre attività domestiche, risparmiando tempo, energia e fatica. Gli elettrodomestici sono costruiti per svolgere questo duro lavoro anno dopo anno senza troppi problemi. Ma sono anche causa di frustrazione e stress in caso di guasti. In questo modo, le faccende domestiche non vengono portate a termine e, se non si interviene subito, si accumulano. Decidere se riparare un prodotto rotto o sostituirlo con uno nuovo è una decisione impegnativa che richiede una valutazione approfondita.

Scopri di più >

Prenota l'intervento

Un tecnico qualificato interverrà entro 24/48 ore dalla chiamata